Associazione Italiana Revisori Legali dell’Economia Sociale

I nuovi tariffari AIRCES-LEGACOOP per la retribuzione dei componenti del Collegi Sindacali e per l’attività di Revisione Legale dei conti

PER SCARICARE IL NUOVO TARIFFARIO CLICCA SU QUESTO LINK

PUBBLICHIAMO IL NUOVO REGOLAMENTO PER IL CALCOLO DEL COMPENSO PER I REVISORI CONTABILI ELETTI NEI COLLEGI SINDACALI O INCARICATI DEL CONTROLLO CONTABILE NELLE COOPERATIVE E SOCIETÀ CONTROLLATE IN VIGORE DAL 1 FEBBRAIO 2011, COSI’ COME ELABORATO IN COLLABORAZIONE CON LEGACOOP.

AIRCES ha tra i suoi scopi l’attuazione di una strategia di qualificazione dei Collegi Sindacali e degli Organi di Controllo delle Cooperative e delle Strutture del Terzo Settore.
In quest’ottica, il Consiglio Direttivo dell’Associazione ha formulato un articolato programma di progetti finalizzati a fornire agli Associati nuovi strumenti e punti di riferimento più certi: tra questi il Regolamento per il calcolo dei compensi per i Professionisti eletti nei Collegi Sindacali con o senza incarico di controllo legale dei conti, ovvero nominati Revisori Legali, nelle Cooperative e/o nelle Società da esse controllate o collegate.
L’entrata in vigore del D.Lgs. 27 gennaio 2010 n. 39 ha apportato sostanziali modifiche all’attività del Revisore Legale, fra le quali spiccano per la loro importanza la formazione continua ed il controllo di qualità che periodicamente verificherà l’operato dei Professionisti della Revisione.
In questo ambito viene evidenziato il controllo anche della congruità dei compensi pattuiti per lo svolgimento dell’attività di Revisore Legale.
AIRCES, in collaborazione con LEGACOOP, ha quindi elaborato un Regolamento tenendo conto delle peculiarità del ruolo dei Sindaci/Revisori nelle Cooperative, valutando come indispensabile la sussistenza di un compenso economico tangibile e congruo.
La statuizione di criteri generali per la definizione del compenso ha un duplice ordine di giustificazioni: da un lato si tratta di assicurare ai Sindaci/Revisori un parametro il più possibile oggettivo per non relegare la definizione del compenso a una contrattazione spesso imbarazzante con la Cooperativa e per costituire una base ragionevolmente congrua; dall’altro lato si vuole assicurare alle stesse Cooperative una corretta indicazione per riconoscere compensi equi ed omogenei.
In linea ancora più generale, si può affermare che l’obiettivo di fondo del Regolamento è di armonizzare il compenso con l’impegno dei Sindaci/Revisori e di stimolare questi ultimi ad espletare fattivamente l’incarico in Cooperativa.

>